anno: 2010
luogo: Lecce
cliente: Apulia Film Commission

Il progetto Cineporto, a Lecce, nasce nell’ambito di pianificazioni strategiche di sviluppo locale di ampio respiro. La scelta di investire in uno spazio attrezzato, in grado di accogliere le produzioni cinematografiche rientra nelle finalità generali della Apulia Film Commission, soggetto istituito dalla Regione Puglia e pertanto trova capienza nei fondi regionali e nazionali (CIPE) e negli Accordi Programma Quadro. Tale intervento rientra nelle azioni definite nel Master Plan 2007-2010 dell’AFC ed ha gli obiettivi di:

* dare vita a un centro-servizi riservato a chi produce cinema e audiovisivo;
* attrarre i produttori italiani ed esteri garantendo le migliori condizioni di lavoro possibili;
* promuovere i centri di produzione, il personale e i servizi esistenti sul territorio locale e regionale;
* attivare ricadute dirette, indirette e indotte derivanti dall’attività di produzione condotte sul territorio (binomio cinema-territorio).

Il progetto è stato pensato attraverso la connessione fra tre aree dell’ex-Cnos, in parte già adatte ad ospitare le richieste funzionali della struttura del Cineporto e già utilizzate dall’Associazione SUD-EST per attività culturali.
Gli spazi del Cineporto sono caratterizzati principalmente dal foyer di accesso che si configura come un innesto architettonico nel complesso spaziale del Knos. Attraverso l’uso delle luci e la forma morbida delle pareti si è pensato di costruire uno spazio accogliente che realizzasse spazialmente la connessione tra la grande area ex-officine del Knos e il giardino di accesso al Cineporto.